Storia della Birra

Scritto da Il Fattore on . Postato in Osterie Del Grano

«Birra: dal latino bibere, cioè bere. Bevanda fermentata, moderatamente alcolica, a base di cereali. L’orzo è stato certamente il primo cereale coltivato, già dai tempi di quando l’uomo eranomade si trovano tracce di questo cereale. La prima testimonianza scritta risale al 4500 a.C. ad opera dei Sumeri. La produzione della bevanda si affermò in tutte le grandi civiltà dai Babilonesi a gli Egizi, dagli Egizi ai Greci e cosi via fino ad arrivare ai giorni nostri. In Italia furono gli Etruschi i primi estimatori del fermentato che usavano Farro e Segale; i Romani, grazie anche alla loro colonizzazione, furono influenzati dalle varie etnie conquistate nel produrre la birra. Più tardi i vari conventi iniziano a fare la birra e si deve ai monaci l’utilizzo del Luppolo a sostituzione delle varie erbe e spezie. In America venne introdotta dai Padri Pellegrini. In Europa, soprattutto al nord, si affina sempre di più il processo di produzione fino ad arrivare al celebre “editto sulla purezza”, 1516, cui si deve la codifica definitiva: la birra può esser fatta solo con malto d’orzo, luppolo e acqua. La rivoluzione industriale e le ricerche scientifiche portano a varie scoperte e questo influenza anche la birra. Nasce così la birra a fermentazione bassa o alta. Si inizia a produrre birra industriale. Nei vari secoli i processi di ottimizzazione e ricette varie si sono succeduti fino ad arrivare ai giorni nostri, dove coesistono produzione industriale e Artigianale. Si definisce birra artigianale agricola la birra che viene prodotta da aziende agricole con seminativi di proprietà, a differenza di quella artigianale che viene fatta in birrifici dove non si produce malto, ma lo si acquista.

Trackback dal tuo sito.

Copyright© 2017 DI PONETA - Osterie di Toscana s.r.l. - P. Iva 06454340487