La Carta del Chianti

Scritto da Il Fattore on . Postato in Fattoria Di Poneta, Osterie Di Poneta

Questa carta, oltre a una lista di vini, vuole essere un percorso nella storia della viticoltura toscana più rappresentativa e per questo motivo riporta anche casati e luoghi dove si è fatta la storia di questa terra.Per lo stesso motivo è stata inserita una sezione “Toscana Storica” in cui sono inclusi il Chianti Classico, il Chianti Rufina, il Valdarno di Sopra e il Carmignano come enunciato nell’editto di Cosimo III de’ Medici del 24 Settembre 1716. L’editto è una sorta di disciplinare dove non vengono menzionati tipologia di uvaggio e percentuali, rese per ettaro, o altro, ma dove vengono definiti solo i confini dei quattro territori in cui coltivare i vitigni del Chianti. E’ riconosciuto come il primo e più antico esempio di disciplinare, molto lungimirante, considerando che ancora oggi questi territori sono DOCG. Al tempo il Chianti Rufina si chiamava Pomino e il Valdarno di Sopra era compreso tra l’attuale Chianti Colli Aretini e Chianti Colli Fiorentini.Ancora oggi quattro territori, quattro espressioni del sangiovese: dalla finezza del Rufina all’impronta francese ed eleganza del Carmignano, dalla freschezza e facilità di beva del Valdarno di Sopra alla struttura importante e complessa del Classico.

Trackback dal tuo sito.

Copyright© 2017 DI PONETA - Osterie di Toscana s.r.l. - P. Iva 06454340487